Lola Pater

X
(Francia/2017) di Nadir Moknèche (95’) V.O. sott.
Sezioni
Cinema
Cinema Lumière Via Azzo Gardino 65/a, 40122, Bologna
7 euro
4 euro ridotto (GB CARD, SOCIO COOP, ASSOCIAZIONE ORLANDO, ARCIGAY-ARCILESBICA)

05/11

20:00

Alla morte di sua madre, il parigino Zino (Tewfik Jallab) decide di partire alla ricerca di suo padre Farid, che ha abbandonato la famiglia 25 anni prima. Ma nel frattempo Farid è diventato Lola (una straordinaria Fanny Ardant), insegna danza classica e vive con sua moglie.

Lola Pater evita gli abituali cliché cinematografici sulle persone transessuali, focalizzandosi sul rapporto tra genitore e figlio e affrontando con sensibilità i temi dell’identità, dei legami familiari e della ricerca delle proprie radici. Per il suo film il regista francoalgerino Nadir Moknèche si è ispirato alle storie delle persone transessuali conosciute a Parigi.
Per il cinema, che solitamente associa le persone transessuali a temi come l’omosessualità, la droga, la prostituzione, il cabaret, Lola è un personaggio atipico, ed è proprio la sua atipicità a renderla disturbante: “finché una persona transessuale conduce una vita marginale in un mondo separato, è accettata, anche adorata. Ma se prova a vivere una vita normale, figuriamoci la vita di un padre, allora diventa una spina nel fianco della società” (Nadir Moknèche). 

Nadir Moknèche è nato a Parigi nel 1965. Tra i suoi film ci sono Viva Laldjérie (2004), Délice Paloma (2007) e Goodbye Morocco (2013). Lola Pater è stato presentato in anteprima al Festival di Locarno 2017.

Biglietti in vendita alla cassa del cinema in prossimità della proiezione.